Storia
Nel 1987 Stefania Calugi iniziò l'attività di vendita del tartufo fresco, selezionando il prodotto da una rete di tartufai di fiducia individuati dal padre Renato: i primi clienti erano ristoranti e negozi della Toscana.

Nel 1987 Stefania Calugi iniziò l’attività di vendita del tartufo fresco, selezionando il prodotto da una rete di tartufai di fiducia individuati dal padre Renato: i primi clienti erano ristoranti e negozi della Toscana. Fu nel biennio successivo 1988/1989 che Stefania inaugurò il primo laboratorio a Castelfiorentino (FI), comune dove tutt’oggi ha sede l’azienda e nel quale Stefania è nata e vissuta: la decisione di affiancare la vendita di prodotti confezionati aveva infatti determinato la necessità di questa nuova sede; fu in questo periodo che insieme alla produzione delle prime referenze al tartufo (tra cui creme, in salamoia o al naturale, olio e burro aromatizzati) iniziò anche quella dei carciofi sott’olio e di altre verdure.

Nel 1992 STEFANIA CALUGI si trasferì nell’attuale stabilimento di Via Cerbioni a Castelfiorentino (FI) occupando una struttura di 400 mq. attrezzata per la conservazione e la trasformazione del tartufo fresco: è qui che negli anni successivi vennero incrementate le quantità e fu creato quello che anche adesso è conosciuto uno dei best seller aziendali, l’affettato di tartufo.

Dal 2010 l’azienda è guidata da Stefania Calugi insieme a Jurij Marchetti: sotto la conduzione di questo binomio è iniziata una fase di consolidamento nel mercato nazionale e di espansione all’Estero insieme ad un incremento della gamma con referenze quali confetture, gelatine e bruschette.

Dal 2013 al 2016 è stata effettuata l’acquisizione di circa 30 ettari di tartufaie interamente certificati “bio” che vengono utilizzati sia per l’approvvigionamento del tartufo sia per l’organizzazione di tour con caccia al tartufo destinati a turisti ed appassionati: a breve sono previste ulteriori acquisizioni che andranno ad incrementare l’estensione delle tartufaie esistenti: nel mentre, nel 2015, i prodotti aziendali sono diventati “gluten free” per volere di Stefania.

E’ del 2016 l'ampliamento dell'edificio aziendale con l'acquisizione di ulteriori spazi che hanno più che raddoppiato la superficie preesistente, dato che da 400 metri si è passati all’attuale dimensione che supera i 1.000 mq: contemporaneamente tra il 2016 e i primi mesi del 2017 sono stati realizzati la completa ristrutturazione e l'ammodernamento del laboratorio, del magazzino e dei locali dove si trovano gli uffici e lo showroom.

Nell’autunno 2017 è prevista una grande novità: si tratta dell’inaugurazione del percorso conoscitivo “La Strada del Tartufo” costruito all’interno dell’azienda e nel quale i protagonisti saranno piante, oggetti e una serie di illustrazioni che permetteranno ai visitatori di conoscere il mondo del tartufo a 360°.